Archivio di giugno 2014

Animal Madness

venerdì, 27 giugno 2014

Pazzi per gli zoo?

Intorno alla metà degli anni ’90, Gus, un orso polare ospite del Central Park Zoo, allarmò i visitatori nuotando convulsamente a otto nella sua piscina – la cosiddetta lemniscata – qualche volta persino per 12 ore di seguito. Spaventava i bambini dalle finestre sott’acqua e questo costrinse lo staff dello zoo a creare una recinzione per evitare che il grosso predatore terrorizzasse gli avventori. Questa nevrosi valse a Gus l’epiteto di “orso bipolare”, una dose di Prozac e oltre 25.000 dollari di cure per i suoi disturbi comportamentali.
(altro…)

Pets for food

venerdì, 20 giugno 2014

Pappa pronta per fido?

Un segreto di Pulcinella sembra ormai caratterizzare quelle prelibatezze dall’aria rassicurante che troviamo negli scaffali dei supermercati; pratico, nutriente, buono e persino terapeutico, il cibo pronto per i nostri animali d’affezione rappresenta spesso un pasto succulento solo per le ditte produttrici, che all’ombra di strategie opportunamente mascherate muovono un giro d’affari miliardario. Ci sarebbe da stupirsi se a essere coinvolte, una volta tanto, non fossero le stesse multinazionali tristemente note per lo sfruttamento incondizionato di risorse naturali e umane, visto che l’industria del pet-food è solo una ramificazione e il punto di approdo di una strategia di marketing globale finalizzata all’ottimizzazione dei profitti.
(altro…)

The dog meat festival

giovedì, 12 giugno 2014

10.000 cani pronti per essere macellati.

di Antonello Palla

Sta per cominciare – come sempre in occasione del solstizio d’estate – l’annuale festival cinese dedicato alla carne di cane, che si tiene nella città di Yulin, nella regione autonoma di Guangxi Zhuang.

Gli abitanti di Yulin macellano migliaia di cani randagi, che spesso vengono direttamente trafugati dalle abitazioni dei legittimi proprietari. I poveri animali vengono mangiati con i litchi, nella tradizionale convinzione che questo rito gastronomico allontani le malattie.
(altro…)

Brasile 2014

venerdì, 6 giugno 2014

Al via il mondiale di calcio, fra luci e ombre.

Archiviata velocemente la pratica dei cani eliminati nel corso dell’ultimo Europeo in Ucraina, fra qualche giorno assisteremo trepidanti al fischio d’inizio del campionato mondiale di calcio, al quale gli animali servono – come al solito – nel senso meno nobile di questo termine.

Parrebbe ai più alquanto indelicato concentrarsi in questo momento sulle bestie, quando nel paese delle favelas a fare da triste scenario a un simile evento planetario sono miseria umana, fame, prostituzione e sfruttamento del lavoro minorile. Be’, voi mettetele nell’ordine che preferite, tali nefandezze; magari insieme, dato che poi finiscono sempre – non si sa mai come, ma verrebbe da dire per sport – senza troppe distinzioni di genere o specie nelle stesse cloache delle nostre libere società civili.
(altro…)