Archivio di agosto 2012

Gli ultimi giorni di Ol Boy.

giovedì, 30 agosto 2012

Attenzione: immagini forti.

Singapore, in un toccante video l’estremo gesto di amore verso un randagio in punto di morte.

Ol Boy era agonizzante quando è stato ritrovato; eppure, i giovani ragazzi protagonisti di questa triste storia hanno tentato ugualmente di regalargli quell’amore che il derelitto animale non aveva mai conosciuto. Indebolito da lunghi anni trascorsi a rovistare dove le vie discingono le umane brame e la miseria non mostra disdoro, il cane era ricoperto di zecche e ferite purulente – incapace di camminare o procurarsi il cibo.
(altro…)

Perché amiamo i cani, mangiamo i maiali e indossiamo le mucche

giovedì, 23 agosto 2012

Traduzione di Alma Massaro e Paola Sobbrio

Dal bestseller di Melanie Joy, ecco a voi l’atteso adattamento italiano dell’opera che rimette in discussione fenomenologia e consapevolezza del nostro rapporto con gli animali, senza inutili geremiadi o ingenui irenismi. Vi proponiamo questo affascinante pamphlet – disponibile per i tipi dell’editore Sonda - nella recensione delle nostre fidate studiose e amiche degli orsi. La Joy individua nell’ideologia del carnismo la chiave di lettura per comprendere il moderno specismo, che dietro levantine e suadenti rassicurazioni alluzza proditoriamente le imbelli masse. Nella traduzione di Alma Massaro e Paola Sobbrio ritroviamo tutta la vividezza di un pensiero che si pone quale nuovo paradigma nell’interpretazione del comportamento più crudele che l’umanità abbia mai pedissequamente messo in atto. Decisamente un hapax nel modo d’intendere ragioni e strumenti per una nuova liberazione animale. Imperdibile.

Recensione di Alma Massaro e Paola Sobbrio

Fin da tempi remoti, all’interno della tradizione occidentale, il vegetarianismo – ovvero il rifiuto di uccidere gli animali non umani per cibarsi delle loro carni – si è sviluppato sulla base di motivazioni etico-filosofiche. Le prime notizie relative a questa condotta etico-alimentare risalgono, infatti, all’antica Grecia, quando dapprima i filosofi orfici e poi Pitagora e i suoi seguaci – i cosiddetti pitagorici – adottarono una dieta vegetariana, contraddistinguendosi dalle altre scuole di pensiero non soltanto in virtù delle regole relative alla loro alimentazione ma anche, e soprattutto, per i principi etici che facevano capo a tale scelta.
(altro…)

Elephant in the room*

giovedì, 16 agosto 2012

Fonte: Annamiticus

Images © iStockphoto.com; World Elephant Day image © Annamiticus

Questi splendidi pachidermi sono in pericolo a causa del fiorente traffico di avorio in Cina e Thailandia, mentre l’incontrollata crescita demografica minaccia seriamente il loro habitat. Per ricordarci della loro importanza, vi presentiamo alcune cose di loro che potreste non conoscere…

Esistono due sottospecie di elefanti africani, l’elefante della savana e quello della foresta; ci sono 4 sottospecie di elefante asiatico – l’elefante indiano, quello di Sumatra, l’elefante dello Sri Lanka e il pigmeo del Borneo.
(altro…)

Faccia a faccia con l’oblio.

venerdì, 10 agosto 2012

I cavallucci marini potrebbero essere spazzati via da questo pianeta molto presto.

Gli ippocampi hanno affascinato gli uomini per lungo tempo. Un pesce con la testa di cavallo, la coda di scimmia e la singolare capacità di cambiare colore come le lucertole; i cavallucci marini scelgono un compagno per tutta la vita e ogni mattina inscenano insieme una particolarissima danza, al termine della quale la femmina depone le sue uova nella sacca addominale del partner.

Il maschio, che può essere fecondato e partorire, unica creatura al mondo in possesso di questa capacità, è in grado di procreare fino a 4.000 piccoli in una sola volta, anche se appena una manciata di essi arriverà all’età adulta.

(altro…)

Happy Anniversary Animals Asia!

mercoledì, 8 agosto 2012

Il messaggio di Jill Robinson per questa eccezionale occasione

Ciao ragazzi, oggi è un giorno speciale perché Animals Asia compie la bellezza di 14 anni!

È soprattutto per merito vostro, cari amici e sostenitori, che siamo capaci di continuare questa difficile impresa, aiutando gli animali in Asia a conquistare una vita migliore e godersi quello che ci auguriamo sia un futuro radioso. Dove sarebbero ora senza di voi?

Ancora un grazie infinito da tutto il team di Animals Asia, che continuerà a lottare fino a quando ogni crudeltà avrà definitivamente termine”.

E tu, che aspetti? Fai gli auguri ad Animals Asia!

Resti di animali smembrati rinvenuti in una fossa comune in Siberia

lunedì, 6 agosto 2012

Erano probabilmente destinati agli usi della Medicina Tradizionale Cinese.

Gli animali decapitati, e parti del loro corpo, sembra siano stati spediti in Cina per finalità farmaceutiche e culinarie (le zampe d’orso rappresentano un’autentica leccornia in molte zone dell’Asia sud-orientale). Per valutare l’orribile scoperta, avvenuta in Buriazia, è stato chiesto il parere di un esperto di caccia.

Secondo quanto riferito dal quotidiano Siberian Times – ricostruzione che i funzionari russi hanno confermato -, tutti gli orsi, fra i quali 7 cuccioli, sono stati illegalmente catturati con rudimentali trappole e poi brutalmente uccisi.

(altro…)

Tener-a-mente

giovedì, 2 agosto 2012

di Susanna Penco

Una preziosa riflessione sugli orrori della sperimentazione animale da parte di una delle nostre più appassionate ricercatrici. Susanna Penco continua a ispirare il lavoro e la vita di centinaia di persone, con il suo carisma, la determinazione inossidabile e l’ardente pazienza. Una lezione di vita all’insegna della leggerezza, per tutti quelli che credono nella possibilità di un mondo finalmente diverso.

Tener-a-mente

Se fossi un fumetto, sulla mia testa ci sarebbe una nuvoletta. Dentro, “mumble mumble”. Per forza. Ma cosa ci sarà ancora da dire su questo tema? Hanno già detto tutto loro, gli illustrissimi, e nomino solo Pietro Croce poiché altrimenti l’elenco sarebbe lunghissimo. Eppure, in ogni momento, a ogni nostro respiro, tanti animali vengono fatti nascere, vivere (si fa per dire), soffrire (questo certamente) e morire (spesso non è il peggiore dei mali…) per una causa persa. Per il nostro strapotere. Per il nostro egoismo sfrenato.
(altro…)