Archivio di novembre 2010

Animals Asia Foundation al Parlamento Europeo

martedì, 30 novembre 2010

img_EU-seminar-2010_001Un importante seminario sulle fattorie della bile in Cina

Animals Asia Foundation, guidata da Jill Robinson, Toby Zhang e David Neale, insieme a una delegazione della China Wildlife Conservation Association (CWCA) e una rappresentanza del Dipartimento di Protezione Forestale del Sichuan, ha organizzato un seminario dedicato alle fattorie della bile e allo sviluppo dell’animal welfare in Cina, che si è tenuto martedì 16 novembre.

Già nel 2006 il Parlamento Europeo aveva sostenuto l’impegno del Governo Cinese nella politica di lotta e dismissione delle fattorie della bile, con una dichiarazione firmata dalla maggioranza dei parlamentari.

In ragione dell’eccezionalità di questo momento storico, nel quale la Cina è impegnata a definire il primo progetto di legge in materia di animal welfare della sua storia, prendendo spunto dalle crudeli esibizioni degli animali negli zoo e parchi safari, il seminario ha rappresentato una straordinaria opportunità per Animals Asia, che mira ad accelerare lo sviluppo di una vera e propria legislazione a tutela di tutti gli animali in Cina.

NO ALLA VIVISEZIONE

venerdì, 19 novembre 2010

per una ric2In Italia e in Europa stiamo attraversando un momento di grandi trasformazioni, culminate con la recente approvazione della nuova Direttiva 2010/63UE che, abrogando la vecchia 86/609, modifica la regolamentazione relativa all’utilizzo e detenzione degli animali impiegati per fini sperimentali.

Questo nuovo testo ha sollevato forti polemiche, come abbiamo avuto modo di lamentare in un articolo della nostra ricercatrice Paola Sobbrio, a causa delle scarse tutele riservate agli animali da laboratorio, e rappresenta purtroppo un passo indietro persino rispetto alla legislazione italiana. Rimane appunto da chiarire come la Direttiva approvata lo scorso 8 settembre sarà recepita dal nostro Paese.

Dal 9 novembre è cominciato il conto alla rovescia: avremo due anni di tempo per il recepimento della Direttiva 2010/63 UE e questo comporterà, nei fatti, che la vecchia Direttiva non possa essere invalidata almeno fino al 1° gennaio 2013. Animals Asia Foundation e tutte le realtà animaliste italiane, in accordo con le coalizioni europee,  lavorerà alacremente perchè nel lungo iter di recepimento gli stati UE e il nostro Paese non perdano questa fondamentale occasione, introducendo severi divieti e restrizioni contro l’uso degli animali nei laboratori.

Esistono molti metodi di ricerca alternativi utilizzabili senza ricorrere all’uomo.

Animals Asia Foundation sarà in piazza Caricamento a Genova per manifestare contro questa inutile e crudele pratica, sabato 20 novembre alle ore 14.30.

Vi aspettiamo numerosi!

Vuoi attaccare l’altro? Paragonalo agli animali

venerdì, 12 novembre 2010

di Annamaria Manzoni

Copia di IMG_0316Ci risiamo, niente di nuovo sotto il sole, corsi e ricorsi storici, dejavu che stancamente si ripetono.

La nuova campagna della Confederazione  Elvetica contro gli stranieri che rubano il posto di lavoro a chi è nato sul suolo patrio (no! Non stiamo parlando dell’Italia: potrebbe sembrare, ma non è così) si intitola BALAIRATT, ballano i topi: e tre topastri incarnano lo sporco spregevole che viene da fuori, dalle altrui fogne: la soluzione? Ovvio: derattizzare.

Di tutto si può accusare questa campagna tranne che di originalità: l’altro, il diverso, lo straniero, e poi piano piano a seguire il nemico, quello da cui guardarsi e quello da eliminare, ha le fattezze di un animale. Il meccanismo è funzionale ad accentuare le differenze: tanto maggiori queste sono, tanto più forte è l’identificazione con il  proprio gruppo di appartenenza, che spesso non ha altri elementi di coesione se non la distanza da altri.Tali metafore divampano soprattutto nel corso delle guerre, quando i freni inibitori di qualsiasi tipo collassano, e la necessità di sollecitare aggressività e violenza diventa fondamentale, ma non sempre facile, dal momento che il nemico è identificato come tale dalla classe al potere, ma non da chi deve andare a ucciderlo.
(altro…)

We wood, we ken

venerdì, 12 novembre 2010

orso

Kenwoodstore Italia devolverà l’8 x1000 delle sue vendite in favore di Animals Asia Foundation. La filiale italiana della storica azienda giapponese, leader nel settore Car Entertainment, Home Hi-Fi e Communications, ha deciso di appoggiare la battaglia per la liberazione degli orsi della luna dalle fattorie della bile.

Da oggi, acquistando sul sito Kenwoodstore è possibile sostenere direttamente il lavoro di Animals Asia Foundation.

Kenwood ha selezionato tre diverse realtà che si occupano di ricerca, infanzia e animali, promuovendo così una nuova cultura della solidarietà.

Fare i tuoi acquisti non ha mai fatto così bene al mondo…e agli orsi della luna!
(altro…)

L’artista Elena Sanna espone per gli orsi della luna

mercoledì, 10 novembre 2010

Copy of orsoluna6Importante iniziativa organizzata dal nostro gruppo di supporto di Genova.

Fino al 3 dicembre sarà possibile acquistare i quadri dell’artista Elena Sanna, la quale ci ha dedicato una serie di ritratti raffiguranti gli orsi della luna.

L’intero ricavato della mostra verrà devoluto ad Animals Asia Foundation.

L’appuntamento, con ingresso libero, è presso il locale “Dammi del tu” a Genova.

Per informazioni: www.dammideltugenova.it
tel. 010 64 29 382 – 010 65 29 921
Siete tutti invitati. Mi raccomando, accorrete numerosi!
(altro…)

Ci vuole fortuna anche a nascere cani!

venerdì, 5 novembre 2010

ori-abbaiastorie1-300x210Ori e l’abbaiastorie

Per una volta, concediamoci il lusso di chiudere la bocca e facciamoci abbaiare qualche bella storia. Non ci lamentiamo forse che ai nostri amici a quattro zampe manca solo la parola?

Non garantiamo che la vostra vicina di casa possa apprezzare una simile performance vocale, ma almeno siamo sicuri che Ori vi terrà compagnia.

Può accadere che un cane riesca a condividere la sua vita, non solo con tanti gatti ma anche con pesci, ricci e taccole? Tra animali… per bene, evidentemente sì.

“Ciò che leggerete sono solo storie il cui racconto è corredato da emozioni vissute e vi avverto – scrive Virginia Cerrone nella prefazione a questo delizioso libello- che quanto narrato di seguito non è frutto di immaginazione, quindi, ogni riferimento a persone, pardon, cani, gatti o altri… animali è puramente reale”.

Si tratta di 12 racconti che hanno per protagonisti animali più o meno domestici; storie pensate per i lettori più piccoli, con l’intento di trasmettere l’amore per gli animali, qualche pillola di “cultura” e la voglia di leggere divertendosi.

Quanto agli orsi della luna, la nostra Virginia ha dichiarato:

Prima di tutto posso confermare di essere sì una miciona, ma con dimensioni da orsa; è bene poi che gli orsi mi stiano lontano, perché sono golosa di miele e potremmo rischiare una guerra… dolcissima, l’unico tipo di guerra che amo.
Inoltre ho una nipotina di 4 anni che chiamiamo “orsacchiotta” perché come la nonna miciona anche lei è di gommapiuma. Vuoi vedere che spunta fuori una parentela con gli orsi della luna?”

Grazie Virginia da tutti noi per il tuo sostegno e grazie a Ori per le sue storie. Anche lui abbaia alla luna… quella dei nostri orsi.
(altro…)