Archivi per la categoria ‘Viaggi’

My dear deer friend

giovedì, 9 giugno 2016

In fila per il sangue di cervo.

di Antonello Palla

Ieri sera il mio amico Ouyang mi ha chiamato per dirmi che lo stalliere avrebbe tagliato le corna ai cervi. “Porta tua moglie al villaggio – ha bofonchiato – per bere il sangue della bestia”. Entusiasta gli ho chiesto se avessi potuto portare qualche amico. Una risata scoppiò fragorosa: -“Ehi, dico, stai scherzando? Cosa credi che ci sia, un rubinetto?”. Io me ne sono stato e lui ha aggiunto che i miei compagni avrebbero potuto solo guardare: “Come sopporterai lo sguardo di quelli che osservano avidamente mentre bevi senza offrirne loro neppure un sorso? Davvero credi che stiamo andando a caccia di tori? Solo voi due”. Chinasmack.org

Nel corso delle lunghe festività che hanno accompagnato il National Day, molti cinesi hanno deciso di viaggiare; qualcuno ha visitato parenti e amici mentre altri, con solerzia e sicura fede, si sono messi in coda nelle deer farms. L’attesa si è consumata nella speranza di poter degustare fresco sangue di cervo, omaggio concesso senza velati indugi alla presunzione che l’umore tanto ambito migliori decisamente la salute.

(altro…)

L’orso che canta

mercoledì, 24 febbraio 2016

downloadCircondati

Quando gli esseri umani hanno a che fare con gli animali, sembrano non averne mai abbastanza. La sofferenza delle bestie non ange, e si fa anzi celia, scherno e spettacolo.

Al circo Ivanovo in Russia, per esempio, spacca di brutto l’orso polare che canta. Ne sono rimasti pochi al mondo? È proprio questo il bello: provate a immaginarvi un orso bianco melomane. Mica una cosa da tutti i giorni. I nostri addestratori Yulia Denisenko e Yuriy Khokhlov invitano gentilmente la candida creatura a bramire al microfono mentre si regge sulle zampe posteriori – una posizione non certo naturale per questi animali. 

(altro…)

No bait just bears

giovedì, 23 aprile 2015

Bear-BaitingFine di una pratica inutilmente crudele

di Cinzia Moncini

Il governo ucraino ha finalmente vietato la pratica crudele del bear baiting, dopo anni di campagne portate avanti dall’organizzazione internazionale per la protezione degli animali FOUR PAWS.

L’Ucraina ha approvato una legge che vieta ufficialmente l’uso di orsi e lupi come esche per l’addestramento dei cani da caccia – popolare intrattenimento diffuso in Inghilterra fin dal 1500.

(altro…)

Un fiore per Kylie, di Ottavio D’Alessio Grassi

venerdì, 27 febbraio 2015

20110115_asd000Uomini e animali: racconti di vite intrecciate

Prefazione di Antonello Palla

Il filosofo tedesco Nietzsche – che in passato aveva già preconizzato la demenza come meta finale della sua vita – stando a quanto l’aneddotica e l’apologia ci hanno tramandato, il 3 gennaio del 1889 si scaglia violentemente contro il brumista che fustigava a sangue il proprio cavallo; abbracciando l’animale, piangendo disperatamente e stramazzando al suolo in preda alle convulsioni. È a questa data che si fa normalmente risalire l’invio dei cosiddetti biglietti della follia.
(altro…)

Mercy Release

venerdì, 29 agosto 2014

monk1Pietà pelosa.

Un recente articolo del quotidiano Beijing Evening News riporta con preoccupazione un fenomeno abbastanza insolito, ossia la crescita esponenziale del numero di persone morse da serpenti velenosi nei parchi pubblici di Pechino. Il problema sembra essere riconducibile alla centenaria pratica Buddista e Taoista di rilasciare allo stato brado gli animali precedentemente tenuti in cattività.

La tradizione, nota come “mercy release” – una sorta di liberazione ispirata al sentimento di pietà – si basa sulla credenza che rilasciare gli esemplari imprigionati migliorerà il proprio karma .
(altro…)

Panda, non scattate quella foto

venerdì, 30 maggio 2014

pandaEsistono due ordini di problemi che si affacciano alla nostra mente quando consideriamo la possibilità di fotografare i cuccioli di animali selvatici rinchiusi negli zoo e nei parchi safari: la salute degli animali, fisica e mentale, da un lato; il futuro e la conservazione della specie dall’altro. La questione sembra particolarmente dibattuta in Cina, dove il panda è diventato negli ultimi anni non solo un simbolo ma un trofeo da esibire. I cuccioli usati come souvenir da immortalare con la camera, sono esemplari che generalmente non hanno compiuto nemmeno un anno e sono stati abituati alla presenza umana fin dalla nascita: il loro destino è quello di essere trasportati, maneggiati e accuditi alla stregua di bambini.
(altro…)

L’etica del brutto

giovedì, 10 aprile 2014

Pangolini a rischio estinzione.

È straordinario che sia così perfetta l’illusione che la bellezza è bontà. Lev Tolstoj

Che il giudizio estetico sia in grado di condizionare prepotentemente le nostre azioni non è certo una novità di questi giorni. La cultura ellenica credeva nella kalos kai agathos, ossia l’identità di bellezza e moralità, estetica ed etica. Gli individui che infrangono la legge, o si macchiano di gravi nefandezze, manifestando un atteggiamento moralmente riprovevole, hanno anche sembianze ripugnanti. Difficile sottrarsi al fascino di questa inquietante fisiognomica dei sentimenti, al riparo dalla quale noi italiani, popolo di deliziose consuetudini apotropaiche, abbiamo coniato il rassicurante motto ogni scarrafone è bell’a mamm’soja.
(altro…)