L’anno più bello di Animals Asia

18 dicembre 2014

16045781421_6353c0dbd7_zFacciamo parlare i numeri…

Un anno costellato di grandi traguardi quello che si avvia alla conclusione. Animals Asia ha impresso una svolta alla battaglia per la chiusura delle fattorie della bile in Cina, grazie soprattutto al progetto di conversione di una fattoria che deteneva 130 orsi in riserva naturale; all’entusiasmo popolare di un paese sempre più consapevole dell’urgenza di promuovere il benessere animale; al dialogo con le autorità politiche e i rappresentanti della medicina tradizionale, ormai rassegnati all’idea che per questo genere di crudeltà non c’è più spazio.
Continua…

Divisorio

Bracconaggio e terrorismo

11 dicembre 2014

imagesIl traffico illegale di avorio finanzia il terrorismo globale?

Kathryn Bigelow la pensa così.

Ogni 15 minuti viene ucciso un elefante. Di questo passo potrebbero estinguersi in meno di 11 anni. Con i profitti di un simile mercato vengono finanziati gruppi terroristici come al-Shabaab e Boko Haram. È quanto sostiene Kathryn Bigelow nel suo film Zero Dark Thirty.

Last Days è un appello urgente a intervenire per fermare il traffico illegale di avorio.

Continua…

Divisorio

Quello che non sapete sul commercio delle tigri

4 dicembre 2014

tiger_farm_in_thailand_01C’è chi scommette sulla loro estinzione.

di Cinzia Moncini

Si stima che siano rimaste solo 3.000 tigri selvatiche in tutto il mondo. Sebbene attivisti e funzionari internazionali lavorino alacremente per metterle in salvo, spesso si scontrano con la minaccia di una estinzione sempre più prossima: l’allevamento delle tigri, infatti, sta incrementando la domanda di prodotti esotici e condanna questi maestosi cacciatori a una vita da bestiame.
Continua…

Divisorio

Storica legge sui diritti animali in Thailandia

20 novembre 2014

images AAANella giusta direzione ma a tentoni.

L’Assemblea Legislativa Nazionale della Thailandia lo scorso mercoledì ha approvato una legge sul benessere animale con lo scopo di punire non solo i frequenti atteggiamenti di negligenza e l’inappropriata cura verso gli animali, ma anche eventuali abusi e torture a loro danno.

Si tratta del primo provvedimento del genere mai emanato in questo paese, passato con maggioranza soverchiante, 188 deputati favorevoli, 4 astenuti e 1 solo contrario.

 

 

Continua…

Divisorio

Meno animali per le guerre umane

14 novembre 2014

1161Simulatori al posto degli animali

Dopo una lunga campagna durata ben tre decadi, l’organizzazione protezionistica PETA è riuscita a convincere le forze armate americane a sostituire l’uso degli animali in guerra – specialmente nel cosiddetto trauma training, ossia nel campo della formazione medica – con moderni simulatori di pazienti umani.

Questi avanzati “avatar” garantiscono un tirocinio decisamente migliore al personale medico che dovrà curare i soldati feriti in battaglia, risparmiando così inimmaginabili sofferenze agli animali, sui quali venivano praticate profonde ferite alla gola per l’inserimento coatto di tubi di plastica insieme a numerosissime altre procedure chirurgiche sommarie spesso mortali.
Continua…

Divisorio

Una nuova casa per gli orsi in Vietnam

6 novembre 2014

ourwor-endbearbilefarming-sanctuaries-vietnamesanctuarty-banner

Vietnam Bear Rescue Centre

Quattro nuovi recinti, in grado di contenere fino a 80 esemplari, sono stati aperti oggi, mercoledì 5 novembre, per accogliere gli orsi sottratti al crudele commercio di bile d’orso in Vietnam.

I rifugi appena costruiti sono composti da due double bear house e si trovano all’interno della riserva naturale per il recupero degli orsi di Animals Asia a Tam Dao, nei pressi di Hanoi.
Continua…

Divisorio

Bear farms, il modello cambogiano

31 ottobre 2014

South Korea Bear Bile FarmsMentre l’attenzione globale si concentra sui rinoceronti e gli elefanti, gli orsi in Asia scompaiono a causa del bracconaggio.

Le chiamano “batterie di orsi”, con evidente analogia alla condizione delle galline negli allevamenti intensivi: entrambi vengono rinchiusi in minuscole gabbie, che a malapena li contengono.

I numeri parlano di oltre 13.000 esemplari detenuti nelle cosiddette fattorie della bile, prevalentemente in Cina, Vietnam, Laos e Birmania. Qui vivono una vita di stenti e privazioni, sfruttati crudelmente per l’estrazione della bile – una sostanza di colore verdognolo prodotta dalla cistifellea che serve per la digestione – utilizzata dalla medicina tradizionale cinese.
Continua…

Divisorio