Porcellum

22 agosto 2014

apcpigtroublefile2010Pig Wrestling?

Come di consueto, nella parrocchia di San Patrizio a Stephenville – nello stato americano del Wisconsin – da oltre quarant’anni a questa parte si è tenuta un’inquietante rassegna ludica nota come Pig Rassle. L’evento, per nulla ecologico e ancor meno, giusto per restare in ambito ecclesiale, eucologico, raduna sempre una nutrita torma di fedeli.

Quest’anno, però, alle grida esagitate dei devoti si è aggiunto il dissenso di associazioni protezionistiche e privati cittadini che considerano l’iniziativa anacronistica e inumana.

 

Continua…

Divisorio

La fine degli zoo moderni

13 agosto 2014

Il lato oscuro della conservazione.

di Cinzia Moncini

Recentemente il New York Times Magazine ha pubblicato un intrigante ritratto di un veterinario di nome Vint Virga, che aiuta gli zoo a migliorare la vita psicologica dei loro animali. “Intrigante” in parte perché l’autore, Alex Halberstadt, non è poi così esplicito su quello che generalmente si considera il suo vero argomento: in qualche modo, ai giorni nostri, i giardini zoologici hanno ragione di esistere?

Sollevare la questione suona un po’ come una levata di scudi, dato che queste strutture sembrano risvegliare in molta gente genuine emozioni, soprattutto nei bambini: stupore, gioia, empatia.

 

Continua…

Divisorio

Tiger Farms

25 luglio 2014

Dove gli animali fanno buon vino.

di Antonello Palla

Il trattamento che la Cina riserva a molte specie animali, spesso in via d’estinzione, è stato più volte condannato dalle organizzazioni protezionistiche di tutto il mondo.

Passando sotto silenzio l’esiziale primato che indubbiamente spetta agli orsi della luna, non c’è che l’imbarazzo della scelta: dagli squali rigettati in mare agonizzanti e destinati a morte sicura una volta mozzate le loro pinne, ai mercati della carne di cane e gatto – dove l’afflizione letteralmente si consuma con le loro stesse carni, arse in giganteschi paioli simili a betoniere. E ancora, che dire del live- feeding, versione edulcorata delle venationes romane, nel quale per il guitto entusiasmo dei turisti, ai famelici felini vengono scaraventate addosso prede ancora vive come polli e bovini?
Continua…

Divisorio

Animals in war

17 luglio 2014

Bestiario bellico.

Di recente i giornali britannici hanno riportato una notizia curiosa: le forze speciali inglesi in Afghanistan impiegano diversi cani di razza pastore tedesco come paracadutisti. Dalle indiscrezioni sembrerebbe finora accertata la caduta di otto pelosi. È ben magra consolazione ipotizzare che in fondo “avrebbero potuto essere otto uomini”, forse perché nessuno ha chiesto ai nostri coraggiosi quadrupedi di sottoscrivere una qualche forma di leva militare. I soldati con la coda sono muniti di telecamere e hanno compiti di ricognizione; alla disperata ricerca degli odiati Talebani, vengono lanciati da altezze superiori ai 6 mila metri, per poi atterrare dietro le linee avversarie e trasmettere ai compagni umani la posizione del nemico.
Continua…

Divisorio

La Cina abolisce l’obbligo dei test cosmetici sugli animali

11 luglio 2014

Spianata la strada al più grande mercato Cruelty-free del mondo

Gli amici degli animali possono celebrare un’altra vittoria grazie all’importante annuncio dei giorni scorsi: la Cina cancella l’obbligo di effettuare test sugli animali per i prodotti cosmetici commercializzati in tutto il paese.

La Food and Drug Administration cinese ha sospeso quest’obbligo per molti cosmetici di largo consumo, fra i quali make-up, creme per la pelle, lozioni per capelli, smalti per le unghie e profumi, permettendo invece alle aziende di condurre test alternativi – compresi quelli su tessuti epidermici originati da cellule staminali.
Continua…

Divisorio

Il volto crudele del Phajaan

3 luglio 2014

The elephant in the room

di Cinzia Moncini

Gli elefanti sono animali comuni in Thailandia, vederne in quantità e ovunque non è insolito, ma gli  elefanti asiatici per lo più vivono la loro vita come bestie da lavoro – un mezzo per portare denaro e quindi sostentamento alla famiglia che li possiede; non solo, vengono anche utilizzati per offrire un momento di divertimento esotico nel corso della vacanza di un turista o durante uno spettacolo circense.
Continua…

Divisorio

Animal Madness

27 giugno 2014

Pazzi per gli zoo?

Intorno alla metà degli anni ’90, Gus, un orso polare ospite del Central Park Zoo, allarmò i visitatori nuotando convulsamente a otto nella sua piscina – la cosiddetta lemniscata – qualche volta persino per 12 ore di seguito. Spaventava i bambini dalle finestre sott’acqua e questo costrinse lo staff dello zoo a creare una recinzione per evitare che il grosso predatore terrorizzasse gli avventori. Questa nevrosi valse a Gus l’epiteto di “orso bipolare”, una dose di Prozac e oltre 25.000 dollari di cure per i suoi disturbi comportamentali.
Continua…

Divisorio