Un fiore per Kylie, di Ottavio D’Alessio Grassi

27 febbraio 2015

20110115_asd000Uomini e animali: racconti di vite intrecciate

Prefazione di Antonello Palla

Il filosofo tedesco Nietzsche – che in passato aveva già preconizzato la demenza come meta finale della sua vita – stando a quanto l’aneddotica e l’apologia ci hanno tramandato, il 3 gennaio del 1889 si scaglia violentemente contro il brumista che fustigava a sangue il proprio cavallo; abbracciando l’animale, piangendo disperatamente e stramazzando al suolo in preda alle convulsioni. È a questa data che si fa normalmente risalire l’invio dei cosiddetti biglietti della follia.
Continua…

Divisorio

Making a killing

17 febbraio 2015

Greyhounds,+greyhound+racing+©+Francois+Loubser+-+Dreamstime.com+(1)_articleAustralia, levrieri addestrati con prede vive

Scoperte sessioni segrete di addestramento nei cinodromi australiani. I cani venivano stimolati a correre sempre più velocemente con l’ausilio di maialini, opossum e conigli.

Le corse dei levrieri in Australia sono in subbuglio dopo che il programma televisivo Four Corners ha documentato con prove inoppugnabili l’utilizzo di esche vive nel corso delle sessioni di addestramento.
Continua…

Divisorio

Dal tragico all’osceno

30 gennaio 2015

10685355_782655845157197_1449633829759944737_nGli Olocausti.

di Antonello Palla

Vorremmo spendere alcune considerazioni su una triste ricorrenza che la consuetudine e sempre meno la memoria ci impongono di riverire oramai per fortuna solo in veste di acusmatici. Perché, di certo, talune cose a non vederle si sta bene e si vive meglio.

Ogni volta, tuttavia, ciò che in queste occasioni turba profondamente è il vociare stentoreo di coloro che lamentano ciascuno la propria personale tragedia – omessa o ignorata, negletta o addirittura inesistente, dimentichi per l’occasione di essersi recati al funerale sbagliato.

Ci sono eventi nella storia dell’umanità che l’unico segno che lasciano nei posteri sono reiette e deformi parole; tanto brutte e ominose paiono, da essere sovente impiegate con invereconda malizia unicamente per aspergere misantropia.

Continua…

Divisorio

Creata in uno zoo una nuova medicina per il fegato

15 gennaio 2015

l_b80e826201495025AMLo scioccante annuncio della Corea del Nord

Un ricercatore che opera nello zoo nazionale di Pyongyang, nella Corea del Nord, ha lavorato alacremente per mettere a punto una medicina per combattere l’epatite, secondo quando rivela l’agenzia di stampa statale Kcna.
Kwon O-song, questo il nome dello studioso, ha dichiarato che il nuovo farmaco è il risultato di un mix fra bile di orso ed estratto di “ maackia amurensis”. L’uomo ha aggiunto che il farmaco “ha già dimostrato di essere efficace contro le malattie del fegato come la steatosi epatica e l’epatite.
Continua…

Divisorio

L’anno più bello di Animals Asia

18 dicembre 2014

16045781421_6353c0dbd7_zFacciamo parlare i numeri…

Un anno costellato di grandi traguardi quello che si avvia alla conclusione. Animals Asia ha impresso una svolta alla battaglia per la chiusura delle fattorie della bile in Cina, grazie soprattutto al progetto di conversione di una fattoria che deteneva 130 orsi in riserva naturale; all’entusiasmo popolare di un paese sempre più consapevole dell’urgenza di promuovere il benessere animale; al dialogo con le autorità politiche e i rappresentanti della medicina tradizionale, ormai rassegnati all’idea che per questo genere di crudeltà non c’è più spazio.
Continua…

Divisorio

Bracconaggio e terrorismo

11 dicembre 2014

imagesIl traffico illegale di avorio finanzia il terrorismo globale?

Kathryn Bigelow la pensa così.

Ogni 15 minuti viene ucciso un elefante. Di questo passo potrebbero estinguersi in meno di 11 anni. Con i profitti di un simile mercato vengono finanziati gruppi terroristici come al-Shabaab e Boko Haram. È quanto sostiene Kathryn Bigelow nel suo film Zero Dark Thirty.

Last Days è un appello urgente a intervenire per fermare il traffico illegale di avorio.

Continua…

Divisorio

Quello che non sapete sul commercio delle tigri

4 dicembre 2014

tiger_farm_in_thailand_01C’è chi scommette sulla loro estinzione.

di Cinzia Moncini

Si stima che siano rimaste solo 3.000 tigri selvatiche in tutto il mondo. Sebbene attivisti e funzionari internazionali lavorino alacremente per metterle in salvo, spesso si scontrano con la minaccia di una estinzione sempre più prossima: l’allevamento delle tigri, infatti, sta incrementando la domanda di prodotti esotici e condanna questi maestosi cacciatori a una vita da bestiame.
Continua…

Divisorio